Perchè le principali città europee stanno boicottando l’apartheid israeliano

Articolo pubblicato originariamente su Arab News e tradotto dall’inglese da Beniamino Rocchetto Di Ramzy Baroud* Una serie di eventi iniziati a Barcellona, ​​in Spagna, a febbraio prima di allargarsi a Liegi, in Belgio, e Oslo, in Norvegia, ad aprile, hanno inviato un messaggio forte a Israele: il movimento palestinese per il boicottaggio, il disinvestimento e…

Continua a leggere

Israele: il riconoscimento facciale rafforza l’apartheid contro i palestinesi

Articolo pubblicato originariamente da Amnesty International Le autorità israeliane stanno usando un sistema sperimentale di riconoscimento facciale, noto come “Red wolf”, per tracciare i palestinesi e automatizzare gravi limitazioni alla loro libertà di movimento. È quanto emerge dal rapporto “Apartheid automatizzato”, pubblicato il 2 maggio 2023. Il sistema “Red wolf” fa parte di una rete…

Continua a leggere

Dal Sudafrica a Israele, i tre pilastri dell’apartheid

Articolo pubblicato originariamente su Orient XXI Che sentimenti prova un attivista sudafricano che ha combattuto contro l’apartheid, nel visitare Israele e i territori palestinesi occupati? Classificazione della popolazione, limitazioni alla libertà di residenza e di movimento, importanza della sicurezza: in base a questi tre principali motori della segregazione, Na’eem Jeenah giudica peggiore l’apartheid israeliano rispetto…

Continua a leggere

Il diritto all’istruzione negato nei Territori palestinesi occupati

Articolo pubblicato originariamente su Aics Il diritto all’istruzione non è garantito dappertutto nel mondo. Lo sa purtroppo bene la comunità palestinese di Isfey, nei territori della Cisgiordania occupati da Israele. Qui, una scuola costruita con i fondi della cooperazione italiana è durata tre giorni prima di essere distrutta dall’esercito israeliano, negando così agli alunni la…

Continua a leggere

Siemens e Chevron: basta alimentare l’apartheid israeliano e il disastro climatico

Articolo pubblicato originariamente su BDS e tradotto dall’inglese da Beniamino Rocchetto La società statunitense Chevron e il conglomerato tedesco Siemens traggono profitto dagli affari con il gas fossile che alimenta l’Apartheid israeliano e le sue gravi violazioni dei diritti umani palestinesi da un lato e la crisi climatica dall’altro. Con la sua estrazione di combustibili…

Continua a leggere

Al-Haq pubblica un nuovo rapporto e un filmato sull’apartheid idrica di Israele

Articolo pubblicato originariamente su Al-haq e tradotto dall’inglese da Bocche Scucite In occasione della Giornata internazionale dei diritti umani, Al-Haq ha pubblicato il suo rapporto: “Responsabilità delle imprese: Il diritto all’acqua e il crimine di guerra del saccheggio”. Il rapporto denuncia l’”apartheid idrica” che Israele impone ai palestinesi che vivono nei Territori Palestinesi Occupati (TPO)…

Continua a leggere

L’amore sotto occupazione

Articolo pubblicato su Mondoweiss e tradotto dall’inglese dalla redazione di Bocche Scucite Guardate “Love Under Occupation” “Amore sotto occupazione”, un cortometraggio di Mondoweiss e della Campagna statunitense per i diritti dei palestinesi su una coppia fittizia di palestinesi e stranieri che compie il prossimo grande passo nella loro relazione, e poi continuate a leggere per…

Continua a leggere

Come la Palestina è diventata una “parola proibita” nelle scuole superiori tedesche

Articolo pubblicato originariamente su +972 Magazine e tradotto dall’inglese dalla redazione di Bocche Scucite Di Hebh Jamal Manifesti e murales a sostegno della lotta palestinese nel quartiere di Neukölln a Berlino, Germania, 21 luglio 2022. (Oren Ziv) Dai libri di testo alle gite, il sistema educativo tedesco sta spingendo in modo aggressivo una narrativa pro-Israele,…

Continua a leggere

Come la Palestina è diventata una “parola proibita” nelle scuole superiori tedesche

Articolo pubblicato originariamente su +972 Magazine e tradotto dall’inglese dalla redazione di Bocche Scucite Di Hebh Jamal Manifesti e murales a sostegno della lotta palestinese nel quartiere di Neukölln a Berlino, Germania, 21 luglio 2022. (Oren Ziv) Dai libri di testo alle gite, il sistema educativo tedesco sta spingendo in modo aggressivo una narrativa pro-Israele,…

Continua a leggere

INCHIESTA. Permessi di lavoro in Israele a caro prezzo per i manovali palestinesi

Articolo pubblicato originariamente su Pagine Esteri Di Michele Giorgio Lavoratori palestinesi in fila al checkpoint di Betlemme, in Cisgiordania, per andare a Gerusalemme, il 18 giugno 2006. (Oded Balilty, Ap/Ansa) Ahmad preferisce «l’illegalità». «Certo, si guadagna bene a lavorare nella zona ebraica di Gerusalemme o in Israele» ci dice «ma il permesso di lavoro costa troppo,…

Continua a leggere

I media israeliani attaccano il premio Nobel per aver appoggiato il boicottaggio dell'”apartheid” israeliana

Articolo pubblicato originariamente su The Palestine Chronicle e tradotto dall’inglese dalla redazione di Bocche Scucite I media israeliani hanno attaccato la scrittrice francese Annie Ernaux, vincitrice del Premio Nobel per la letteratura nel 2022, per aver mostrato solidarietà con la causa palestinese. Il quotidiano israeliano The Jerusalem Post ha affermato che la scrittrice ha invitato…

Continua a leggere

Le compagnie di spettacolo palestinesi invitano i festival italiani a rifiutare i fondi dell’Apartheid israeliana

Articolo pubblicato originariamente su BDS Movement e tradotto dall’inglese dalla redazione di Bocche Scucite Le compagnie di danza e di spettacolo palestinesi scrivono ai festival di danza di Bologna, Ravenna e Potenza, in Italia, invitandoli a rifiutare i finanziamenti del governo israeliano, che cerca di usare la cultura per coprire decenni di apartheid, occupazione militare…

Continua a leggere

CISGIORDANIA. In vigore le nuove regole per gli stranieri, se sposeranno palestinesi avranno un visto ridotto

Articolo pubblicato originariamente su Pagine Esteri Di Michele Giorgio Stando agli ultimi sviluppi riferiti dalla stampa locale, gli stranieri in Cisgiordania per motivi di lavoro, in visita o per attività di volontariato non dovranno più informare il ministero della difesa israeliano se hanno avviato una relazione sentimentale con un/una palestinese. Tuttavia se il rapporto instaurato…

Continua a leggere

Lavoratori palestinesi costretti a scendere da un autobus israeliano

Articolo pubblicato originariamente sulla BBC e tradotto dall’inglese dalla redazione di Bocche Scucite Gli operatori di trasporto israeliani non sono autorizzati a operare servizi segregati. Foto AFP Un’azienda di trasporti pubblici israeliana si è scusata dopo che è stato rivelato che 50 lavoratori palestinesi sono stati costretti a scendere da uno dei suoi autobus. L’incidente…

Continua a leggere