L’intelligence open source libererà la Palestina dall’occupazione digitale?

Articoli pubblicato originariamente su Foreign Policy e tradotto in italiano dalla redazione di Bocche Scucite Di Tariq Kenney-Shawa* Gli analisti israeliani hanno trasformato uno strumento di obiettività in uno strumento di distorsione. Dalla Siria all’Ucraina, l’open-source intelligence (spesso indicata come OSINT) ha rivoluzionato in modo non troppo silenzioso il flusso globale di informazioni durante i…

Continua a leggere