FOTO: migliaia di persone in Israele protestano contro la riforma del sistema giudiziario di Netanyahu

Articolo pubblicato originariamente su The Guardian e Breaking The Silence

Lunedì le strade di Tel Aviv e Gerusalemme sono state invase da manifestanti che sventolavano bandiere bianche e blu e che manifestavano contro il governo.

La denuncia dell’ong israeliana Breaking the Silence

Il governo più nazionalista e razzista della storia di Israele ha approvato la prima legge chiave nell’ambito della sua riforma giudiziaria. Senza dubbio Israele ha raggiunto un momento spaventoso. Come società abbiamo ignorato tutti i segnali lungo il percorso, anche quando i villaggi bruciavano davanti ai nostri occhi.
La riforma giudiziaria in Israele è una riforma dei coloni. Basta guardare Rothman, Smotrich, Ben Gvir e da dove provengono loro e i loro sostenitori della revisione.
Questo può e deve essere un chiaro momento di azione. Dobbiamo guardare questa realtà negli occhi. Osare vederla e non sottrarsi. Non ci sono scorciatoie. La vera democrazia richiede la fine dell’occupazione. Saremo qui a combattere finché non sarà così. Unitevi a noi.

Una persona si trova di fronte a un cannone ad acqua della polizia israeliana. Lunedì i legislatori israeliani hanno approvato una parte fondamentale del piano divisivo del primo ministro Benjamin Netanyahu per rimodellare il sistema giudiziario del Paese, nonostante le massicce proteste. Fotografia: Ariel Schalit/AP

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *