Le forze israeliane uccidono due palestinesi in un massiccio raid a Nablus

Articolo pubblicato originariamente su Mondoweiss e tradotto dall’inglese dalla redazione di Bocche Scucite

PALESTINESI ISPEZIONANO I DANNI ALLA CASA DEL PALESTINESE MOHAMMAD AL-AZIZI, DEMOLITA DALLE TRUPPE ISRAELIANE, NELLA CITTÀ DI NABLUS, IN CISGIORDANIA, IL 24 LUGLIO 2022. SCONTRI TRA LE FORZE DI SICUREZZA ISRAELIANE E I PALESTINESI SONO SCOPPIATI NELLA CITTÀ DI NABLUS IN CISGIORDANIA FOTO DI SHADI JARAR’AH

L’esercito israeliano ha fatto irruzione nel quartiere di al-Yasmina, nella Città Vecchia di Nablus, all’alba di domenica mattina, in un tentativo di arresto, isolando una casa del quartiere e bombardandola con esplosivi e colpi d’arma da fuoco.

Le forze israeliane hanno sparato e ucciso due palestinesi domenica durante un violento raid nella città di Nablus, nel nord della Cisgiordania occupata.

L’esercito israeliano ha fatto irruzione nel quartiere di al-Yasmina, nella Città Vecchia di Nablus, all’alba di domenica mattina, in un tentativo di arresto, isolando una casa nel quartiere e bombardandola con esplosivi e colpi d’arma da fuoco.

Secondo notizie locali non confermate, l’obiettivo principale del raid era Ibrahim Nabulsi, 28 anni, combattente e leader di spicco del braccio di Nablus dell’ala militare della fazione del Jihad islamico, le Brigate Al-Quds.

Il raid ha provocato uno scontro a fuoco con i combattenti palestinesi locali, che si sono barricati in una casa del quartiere. I movimenti del Jihad islamico e di Fatah hanno rilasciato una dichiarazione, affermando che i loro combattenti “hanno affrontato le forze di occupazione sioniste” durante l’incursione.

Due uomini appartenenti alle Brigate Al-Quds sono stati uccisi. Sono stati identificati come Muhammad Azizi, 25 anni, e Abdul Rahman Sobh, 28 anni. Il Ministero della Sanità palestinese ha dichiarato che Azizi è stato colpito al petto e Sobh alla testa.

Il ministero ha riferito che almeno altri sei palestinesi sono stati feriti durante la sparatoria. L’agenzia di stampa Wafa ha riferito di 10 feriti, tra cui almeno una persona colpita alla testa.

Migliaia di palestinesi hanno partecipato ai funerali dei due uomini a Nablus, domenica pomeriggio. In città si è tenuto uno sciopero generale in segno di lutto per la loro morte.

Le incursioni israeliane nelle città e nei villaggi palestinesi sono un evento quasi notturno in Cisgiordania e spesso causano il ferimento o l’uccisione di palestinesi.

Almeno 65 palestinesi sono stati uccisi dalle forze israeliane dall’inizio dell’anno. Le Nazioni Unite hanno riferito che il numero di palestinesi uccisi dalle forze israeliane in Cisgiordania e a Gerusalemme Est è aumentato del 46% nella prima metà del 2022, rispetto allo stesso periodo del 2021.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *