Preghiere dalla Palestina: giovedì santo, SENZA TREGUA

172° giorno di guerra.

“Tu, mio rifugio, mio scudo! Spero solo in te: non deludere la mia attesa”

(Sal 118, 114. 117)

Signore, non è cessato il fuoco né si è fermata la guerra a Gaza

La Striscia è ancora sotto i bombardamenti, la gente in preda alla morte di chi non ascolta né le nazioni Unite né la pietà e continua la carneficina.

Giovedì Santo di fame, di sete, di morte.

Gli ospedali, attaccati, assaliti e demoliti, non possono più accogliere per guarire, come Al-Shifa.

I piccoli e i poveri gridano aiuto ma gli aiuti non vengono fatti passare per chi muore di stenti.

Per questo gridiamo a te, Signore, salvaci! In questa Settimana Santa di morte, «non deludere la mia attesa”.

Da chi possiamo aspettare la salvezza se non di te? Tu sei il nostro sostegno, tu sei la nostra pace. Tu sei il Padre di tutti.

Al più presto agisci tu, o Padre. Porgi la tua mano e ferma la morte e la guerra. Signore, pietà.

Michel Sabbah, patriarca emerito di Gerusalemme, 28 Marzo 2024

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *